Presentata la proposta del nuovo Statuto comunale

Il documento è stato elaborato dalla commissione paritetica nominata dal Consiglio

Ville d'Anaunia, 20 dicembre 2019 - Valori, identità, storia e futuro. È articolata e innovativa sotto vari profili, la proposta di Statuto del Comune di Ville d'Anaunia, elaborata da una commissione paritetica e presentata ieri sera in consiglio comunale. Ora si apre la discussione all'interno dei vari gruppi consiliari, con l'obiettivo di arrivare all'approvazione definitiva non oltre fine febbraio, secondo quanto è stato comunicato all'aula dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Mendini. “All'interno della commissione Statuto, talvolta si sono confrontate visioni diverse ma il dibattito è sempre stato positivo, perché l'obiettivo di tutti è stato quello di dar valore alla rappresentanza dei cittadini e garantire la democraticità della gestione del Comune” ha spiegato Mendini.

All'elaborazione della nuova “Carta” di Ville d'Anaunia (attualmente è in vigore lo Statuto dell'ex Comune di Tuenno) hanno lavorato sia l'ex presidente del Consiglio comunale Marco Benvenuti, sia Mendini, che hanno guidato la commissione e redatto il preambolo storico, nel quale vengono messe in luce le caratteristiche del territorio. L'assessore Gloria Concini ha elaborato il testo dei titoli I e II, dedicati ai principi, alla partecipazione e alla democrazia diretta; Samuel Valentini (Ora) si è occupato del titolo III dedicato agli organi comunali; Francesco Gosetti (Dinamica) ha curato i titoli IV, V e VI in materia di elezioni, nomine e designazioni, garanzie, ordinamento e organizzazione degli uffici; Mirco Zanolini (Insieme verso il futuro) si è dedicato al titolo I capo 1 e dei titoli VII e VIII su contabilità e finanza e servizi pubblici. I commissari si sono peraltro avvalsi del supporto e delle competenze del segretario generale del Comune di Ville d'Anaunia, dottoressa Anna Maria Iob.

Frutto della sintesi degli Statuti degli ex Comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno e degli input dei membri della commissione, quello presentata in aula è una proposta di Statuto “non certo scaturita da un copia e incolla, ma da una ragionata e avanzata valutazione con i contributi esterni di vari soggetti (in primis l'associazione “Più democrazia in Trentino”)” ha spiegato il presidente Mendini, che al termine della seduta ha proposto che San Vigilio venga scelto come Santo patrono del Comune, con la festività del 26 giugno. Il motivo? “Per un lungo periodo, in passato, i borghi di Ville d'Anaunia appartenevano a un'unica comunità che faceva riferimento alla Pieve di Tassullo” ha spiegato il presidente del Consiglio comunale, che ha aggiunto: “Come ci è stato tramandato, la più antica chiesa di Tassullo con un ruolo di rilievo è quella oggi dedicata proprio a San Vigilio”.

La presentazione dei diversi titoli della bozza di Statuto è stata affidata direttamente agli estensori. Di seguito proponiamo alcuni degli elementi di novità proposti nel documento elaborato dalla commissione:

  • Tra i principi ispiratori, figurano la tutela della famiglia, la valorizzazione dell'identità delle frazioni, la sicurezza sociale, il riconoscimento dei beni comuni (a partire dall'acqua), lo sviluppo economico sostenibile, la democrazia partecipativa e la sussidiarietà orizzontale, il ripudio della corruzione e del clientelismo. 
  • Sono definiti in maniera puntuale gli istituti di democrazia deliberativa e partecipativa: richieste di informazioni, segnalazioni e petizioni per promuovere una migliore tutela degli interessi individuali e collettivi; mozione dei cittadini (sostenuta da almeno 80 aventi diritto al voto); istruttoria pubblica che precede l'adozione di atti normativi o amministrativi; assemblea dei cittadini nei vari paesi per l'illustrazione dello stato di attuazione del programma di legislatura e la trattazione di temi specifici; indagini statistiche con questionari per sondare l'orientamento della popolazione sui temi di rilevanza collettiva; Consulte delle frazioni e dei colomei.
  • Alle varie iniziative che puntano a favorire la partecipazione della cittadinanza alla vita amministrativa del Comune (ad eccezione del referendum) possono prendere parte tutti i cittadini residenti che abbiano compiuto i 16 anni (inclusi gli stranieri comunitari ed extracomunitari e gli apolidi).
  • I commissari propongono che i referendum confermativi e propositivi (richiesti da almeno il 10% degli iscritti nelle liste elettorali e ammessi dal comitato dei 3 garanti eletti dal Consiglio comunale) potranno svolgersi in 4 date fissate all'inizio di ogni legislatura. Per la validità del voto è stato proposto il quorum 0: l'approvazione o la bocciatura del quesito referendario sarà stabilita in qualunque caso dai votanti. Il risultato del referendum andrà recepito dal Consiglio comunale, a meno che 14 dei 18 consiglieri (definita “supermaggioranza” perché dovrà coinvolgere almeno una parte delle minoranze) decida di non aderirvi. 
  • Centrale è il ruolo del Consiglio Comunale, che - tra le altre cose - autorizza l'amministrazione ad approvare progetti o programmi di spesa di valore superiore ai 200mila euro (300mila euro, in caso di progetti preliminari di opere pubbliche) e delibera in merito alla sospensione o alla variazione dei vincoli di uso civico. Per l'elezione del presidente, nelle prime tre votazioni non basterà la maggioranza qualificata dei due terzi, ma servirà il voto di 14 dei 18 consiglieri eletti: maggioranza e minoranza saranno dunque chiamate a trovare un accordo, affinché venga individuata una figura rappresentativa di tutto il Consiglio.
  • Per le due legislature successive alla fusione, si propone di garantire la presenza in Giunta di rappresentanti di ogni ex Comune (Tuenno, Nanno e Tassullo). Il Sindaco potrà nominare un assessore in più rispetto a quanto previsto dalla normativa regionale, senza comunque far aumentare la spesa per le indennità. 

Il sindaco Francesco Facinelli ed i rappresentanti dei gruppi consiliari Rolando Valentini (Dinamica) e Stefano Zanini (Ora) hanno messo in luce i pregi e l'importanza del lavoro svolto dalla commissione paritetica nominata dal nuovo Consiglio comunale, frutto di discussioni e della mediazione tra i rappresentanti nominati dai quattro gruppi. Il primo cittadino ha auspicato un'ampia condivisione da parte del Consiglio, in vista della discussione in aula del testo a partire dal mese prossimo. Il consigliere Valentini (Dinamica) ha ricordato di aver chiesto più volte in passato di informare il Consiglio rispetto allo stato dei lavori della commissione: “Attraverso la nostra rappresentanza, alcune nostre considerazioni sono entrate nel testo. Si parla molto di partecipazione ma, a causa dei tempi ristretti, non potremo raccogliere il parere dei cittadini che avrebbero potuto dare il proprio contributo prima dell'approvazione”.

Nel corso della seduta, il Consiglio ha dato il via libera alla riapprovazione del progetto preliminare dei lavori di prevenzione urgente per la sistemazione e il consolidamento dell'opera idraulica del Rio Riddi nell'abitato di Tuenno (il costo dell'opera previsto passa da 533mila euro a 574mila euro). Via libera anche all'acquisizione a titolo gratuito dalla Provincia di una particella di 72 metri quadri a Tassullo, necessaria “poiché di fatto su questa particella insiste una recinzione metallica a protezione delle vasche di decantazione del depuratore e dello spazio di manovra antistante. In tale zona è in corso di realizzazione la centrale dell’impianto idroelettrica sul Rio Paglia che verrà realizzata fuori terra nel piazzale delle vasche Imhoff attualmente dismesse” ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Sergio Larcher. Infine, è stato modificato il regolamento organico del personale, per cogliere l'opportunità offerta dalla Regione di assumere nuovi dipendenti a tempo indeterminato attingendo anche alle graduatorie di altri enti pubblici: spetterà alla Giunta definire i criteri per la sua messa in atto.

Venerdì, 20 Dicembre 2019 - Ultima modifica: Sabato, 25 Gennaio 2020

Questionario di gradimento

© 2020 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl