Ville d'Anaunia verso le Consulte delle Frazioni e dei Colomei

Nascono le figure dei "Custodi", con compiti specifici. Auspicato il sostegno da parte di tutti i gruppi

Le Consulte frazionali e dei colomei di Ville d’Anaunia saranno al centro del consiglio comunale di giovedì 28 luglio, convocato per le 18 presso l’aula di palazzo Pilati, a Tassullo.

Una formula - quella studiata dall’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Facinelli - che prevede la nomina di tre rappresentanti per ogni paese, con compiti diversi. “La partecipazione non è scontata né obbligatoria. E’ importante che vengano dati i giusti strumenti alla popolazione per poter partecipare, esprimersi, se necessario polemizzare e criticare e dare attivamente il proprio contributo” commentano al riguardo il primo cittadino e l’assessore con delega alle frazioni, Gloria Concini.

Dopo un’approfondita analisi, l’amministrazione ha individuato come strumento partecipativo quello delle Consulte delle Frazioni e dei Colomei. Organi che saranno chiamati ad esprimere pareri o proposte su problemi e tematiche di specifico interesse della realtà che rappresentano. “Le consulte che vogliamo, saranno compose da tre rappresentanti, detti custodi, due eletti in modo democratico dall’Assemblea della Frazione o del Colomel e uno nominato successivamente dal sindaco” spiega l’assessore Concini. Il “Custode Sociale” si occuperà in particolare dei più deboli (persone sole, famiglie in difficoltà, ecc.) e collaborerà con l’assessore competente e il volontariato locale. Il “Custode Urbano” collaborerà con l’assessore competente al fine di garantire la manutenzione del patrimonio e l’arredo pubblico. Il terzo sarà “Custode delle Tradizioni”, con il compito di collaborare con le varie associazioni e l’assessore competente per l’organizzazione di eventi, feste e manifestazioni nella Frazione o nel Colomel.

“Siamo convinti che questa formula innovativa sia la giusta risposta alla richiesta di partecipazione. Le Consulte delle Frazioni e dei Colomei favoriscono la trasparenza, oltre alla partecipazione” aggiungono Facinelli e Concini. Ogni documento e proposta elaborati dalle consulte sarà pubblicata sul sito istituzionale del Comune, così come le azioni intraprese a seguire dalla giunta, in modo che tutti i cittadini possano conoscere il lavoro che si sta portando avanti.

Al fine di attivare le Consulte, sarà necessario modificare lo Statuto Comunale (che attualmente è quello dell’ex Comune di Tuenno), inserendo un capoverso ad hoc.Dopo 30 giorni, sempre il Consiglio Comunale dovrà approvare il Regolamento che disciplina l’attività e le competenze delle Consulte e solo successivamente possono essere convocate le Assemblee dei cittadini. “Se tutto proseguisse senza intoppi, saremmo pronti per attivare le Consulte nella prima metà di settembre” spiegano gli amministratori. L’auspicio è che giovedì in aula si trovi il sostegno da parte di tutti i gruppi.

Domenica, 24 Luglio 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 28 Luglio 2016

Questionario di gradimento

© 2019 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl