Tuenno, sì alla demolizione dell'ex Coop per il nuovo cortile delle scuole

Dibattito in consiglio comunale sulla viabilità nel cuore dell'abitato

Ville d'Anaunia, 4 agosto 2017 – Entrerà in vigore tra un mese - fatte salve eventuali osservazioni - il nuovo piano di comparto che consentirà la demolizione dell'ex cooperativa e di casa Cominelli a Tuenno, con l'obiettivo di allargare il cortile dell'istituto comprensivo dove troverà spazio anche un'area verde. Il consiglio comunale di Ville d'Anaunia ha infatti approvato (con il voto di astensione del gruppo Ora) il documento propedeutico ai lavori di riqualificazione dell'area, con qualche modifica rispetto a quanto era stato previsto dall'ex amministrazione comunale di Tuenno nel 2013.

Pur non essendo all'ordine del giorno il progetto vero e proprio, l'assessore ai lavori pubblici Sergio Larcher e l'ingegnere Paolo Odorizzi hanno anticipato alcune delle novità, aprendo al dialogo con le forze di opposizione per quanto concerne eventuali migliorie. Proprio nell'area ricavata dall'abbattimento dei due edifici – con il via libera dei Servizi provinciali competenti – potrebbe essere realizzato un garage pertinenziale interrato che potrà accogliere 17-18 posti auto. Il soggetto attuatore verrà individuato con un apposito bando dopo l'approvazione del progetto esecutivo.

Puntiamo ad avviare i lavori nell'autunno 2018” ha annunciato Larcher in aula, dove ha evidenziato come il nuovo cortile potrà essere utilizzato anche dalla popolazione in occasione di manifestazioni e feste. Il riordino generale delle aree di pertinenza di elementari e medie comporterà la chiusura della cosiddetta “strada della Pesa”. Quest'ultima attraversa oggi quello che prossimamente sarà un unico cortile collegato al centro da un passaggio largo circa 2 metri e mezzo, in prossimità del sottopasso “interseo”. Sottopasso che consente il collegamento tra la piazza centrale e la parte alta del paese, evitando l'attraversamento della provinciale 73 che taglia l'abitato in due. Proprio per “salvare” l'interseo, nel 2012 era stata proposta una petizione sottoscritta da 713 cittadini. Si tratta di un passaggio particolarmente stretto - che richiederebbe il transito dei veicoli a senso alternato - ma che potrebbe essere allargato con un investimento di circa 200mila euro per il momento non finanziato dalla Provincia. Un'ipotesi che piace sia alla maggioranza sia alle minoranze.

La fermata dell'autobus è stata individuata invece a nord, al posto del piazzale che si trova sopra l'aula magna. A tal proposito il consigliere Davide Odorizzi (Ora) ha chiesto per quale motivo proprio in quel luogo siano state posizionate le protezioni dal traffico nonostante la previsione sia quella di non mantenerle: “Una spesa inutile” ha osservato. “Una spesa inutile sarebbe stata non posizionarle. Erano state acquistate un anno e mezzo fa e sono state posizionate per garantire maggiore sicurezza agli alunni” ha risposto il sindaco Francesco Facinelli.

Il capogruppo di Ora Stefano Zanini e il consigliere Odorizzi hanno sottolineato come l'intervento rischi di penalizzare la viabilità: “Con l'eliminazione della strada della Pesa dovrà essere trovato uno spazio per il passaggio più a valle anche per facilitare il carico e lo scarico dei ragazzini accompagnati dai genitori” hanno affermato, ipotizzando il potenziamento della strada tra il futuro cortile e l'edificio che ospita l'ufficio postale, come peraltro previsto dal progetto dell'ex amministrazione di Tuenno. Secondo l'assessore Larcher la realizzazione della strada snaturerebbe il progetto nato per aumentare gli spazi a servizio della scuola, ma l'esponente di giunta e il sindaco hanno aperto al confronto sul tema della viabilità. “Non ci opponiamo all'iter – sono state invece le parole di Rolando Valentini (Dinamica) –, ma è importante che il progetto venga condiviso con chi ne usufruirà, ossia la scuola. Serve uno studio chiaro della viabilità veicolare e pedonale anche per l'ingresso e l'uscita dei ragazzi”. Samuel Valentini (Ora) ha avanzato qualche perplessità sulle modalità di utilizzo del nuovo cortile che sarà di fatto diviso in due: “E' necessario anche valutare al meglio l'aspetto dei parcheggi e la sosta dei mezzi pubblici”. Larcher ha dunque apprezzato il suggerimento di coinvolgere la scuola: “Il progetto potrà subire delle modifiche. L'importante è raggiungere un buon risultato”.

Nel corso del consiglio comunale è stato dunque approvato il rinnovo fino al 28 febbraio della convenzione per il servizio di autobus urbano che collega le frazioni. Secondo quanto riferito dal vicesindaco Romina Menapace, i numeri degli utenti che utilizzano la navetta sarebbero in crescita (una media di 20 persone al giorno per un totale di 440 biglietti staccati) e per il momento non sono previste revisioni del servizio. Il consigliere Giuseppe Mendini (Insieme) ha proposto di installare delle tabelle con gli orari al fine di promuovere l’utilizzo dei bus. L’aula ha poi designato i consiglieri Emilia Fondriest (maggioranza) e Giusepope Mendini (minoranze) quali membri della Commissione per la formazione degli elenchi comunali dei giudici popolari. Via libera, infine, alla variazione di assestamento generale di bilancio per minori introiti e spese pari a 32.455 euro. 

Venerdì, 04 Agosto 2017

Questionario di gradimento

© 2017 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl