Tovel, 1,2 milioni per la valorizzazione

Intesa tra Comune, Parco e Provincia: interventi su mobilità, rete telefonica, strutture e percorsi

Ville d'Anaunia, 29 settembre 2017 - Tovel più attrattivo con il restyling degli immobili esistenti, la manutenzione dei sentieri e un occhio di riguardo alla mobilità “dolce” e ai disabili con la cancellazione delle barriere architettoniche dal percorso che circonda la sponda destra del lago. A prevederlo è il protocollo d'intesa tra il Comune di Ville d'Anaunia, il Parco naturale Adamello Brenta e la Provincia che porterà sulle rive dello splendido specchio d'acqua un milione di euro dalla Provincia e 200mila euro dal Comune. Ma c'è di più: Piazza Dante si è assunta l'impegno di risolvere il nodo della rete telefonica (attualmente non vengono garantite nemmeno le chiamate di emergenza) attraverso la realizzazione di una soluzione tecnica idonea entro luglio 2018 e si farà carico delle migliorie strutturali e della gestione del sistema di depurazione.

Il documento - presentato ufficialmente in consiglio comunale - è stato approvato con il voto contrario dei consiglieri del gruppo Ora guidato da Stefano Zanini, secondo i quali nell'individuazione degli interventi prioritari andava coinvolta maggiormente l'aula. Un consiglio informale (peraltro poco partecipato) era stato dedicato interamente a questo tema, ma i contenuti del documenti sono cambiati ora che è stato raggiunto l'accordo fra i tre enti. “Un accordo frutto di un confronto alla pari che ci consentirà finalmente di investire risorse e idee per continuare a prenderci cura di un territorio sensibile e unico - ha affermato l'assessore Gloria Concini, membro della giunta esecutiva del Parco -. Il protocollo è stato oggetto di trattativa con modifiche fino a pochi giorni fa e oggi soddisfa tutte le parti”. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Francesco Facinelli: “Con le opere accessorie il valore degli interventi sfiora i due milioni di euro”. Il presidente del Parco Joseph Masè, presente durante la discussione, ha sottolineato come l'obiettivo dell'iniziativa sia quello di “conservare l'area naturalistica che vede un numero di visitatori in costante aumento coniugando rispetto ambientale e sviluppo. Ci sono opere che vanno oggettivamente realizzate e proprio a queste sarà dedicata la prima tranche di mezzo milione di euro stanziata dalla Provincia. Presto partirà invece la fase partecipativa con i cittadini richiesta dal Comune e che si concentrerà sullo studio di un nuovo sistema di viabilità sostenibile e, conseguentemente, interventi di rivalorizzazione delle aree Capriolo e Tamburello”.

I tecnici del Parco Enrico Povinelli e Matteo Viviani hanno dunque presentato i numeri per quanto riguarda accessi e mobilità in Val di Tovel nel corso dell'estate: “La stagione 2017 – si è detto – rappresenta il riferimento massimo di presenze mai registrato, con un considerevole incremento sulla stagione 2016, che già fu da record”. I dati, aggiornati a fine settembre, evidenziano un aumento del 42% per quanto riguarda i veicoli (oltre 29mila ticket di parcheggio staccati) e un aumento del 51% dei visitatori trasportati con i bus navetta (oltre 76mila persone). Il merito è da attribuire alla promozione turistica, ma anche alla diffusione sui social delle immagini del lago.

I consiglieri Giuseppe Mendini (Insieme verso il futuro) e Rolando Valentini (Dinamica) hanno evidenziato la necessità di fare delle valutazioni in merito al carico antropico in un'area sensibile come Tovel: “Serve un'analisi complessiva del valore ambientale, naturalistico e sociale dell'area rispetto ai dati evidenziati da tecnici del Parco. Per quanto riguarda il protocollo, il coinvolgimento delle persone e del consiglio doveva avvenire prima dell'approvazione del documento. Il rischio è però che non tutti gli interventi vengano realizzati per via di fondi insufficienti”. I consiglieri Stefano Zanini e Davide Odorizzi (Ora) hanno espresso soddisfazione per il raggiungimento dell'accordo che impegna i tre enti ad adempiere ai programmi: “Saremmo contrari a istituire il numero chiuso degli accessi, l'area deve essere libera e fruibile da tutti. Avremmo voluto essere coinvolti maggiormente e riteniamo che il protocollo preveda interventi che vanno analizzati nel dettaglio per capire se siano opportuni o meno”. Il consigliere Graziano Tolve (Costruiamo il nostro futuro) infine ha osservato: "Il raggiungimento di questo accordo ci consente ora di promuovere un processo partecipativo coinvolgendo il consiglio comunale e la popolazione. La Val di Tovel aspetta da troppo tempo un progetto condiviso e lungimirante: tra gl aspetti prioritari c'è la gestione sostenibile della mobilità. Questa prima fase non è stata semplice per l'assessore Concini, che con tenacia ha lavorato per superare qualche divergenza, mettendo d'accordo Comune, Parco e Provincia".  

 

Il protocollo d'intesa per la valorizzazione di Tovel prevede 10 interventi. Eccoli: riqualificazione e nuovo allestimento Casa del Parco “Lago rosso” che sarà trasformata in un polo scientifico didattico; miglioramento di segnaletica e cartellonistica; realizzazione di un pontile per le barche; ideazione di un nuovo piano di gestione della mobilità con l'obiettivo di tenere il traffico veicolare il più possibile al di fuori della Valle, nel centro abitato (con il confronto in seno al consiglio comunale); riqualificazione delle aree Capriolo e Tamburello; manutenzione del percorso della galleria di Terres; miglioramento dell'area parcheggio; rifacimento dei servizi igienici e manutenzione straordinaria del percorso lungolago.

 

- - - - - - -

 

Tra le altre cose, nel corso della seduta consiliare è stata approvata all'unanimità la mozione dei gruppi Dinamica, Insieme verso il futuro e Ora che impegna l'amministrazione ad attivare il servizio di diretta streaming delle sedute. Via libera anche al Documento unico di programmazione, che fa il punto sull'attuazione degli obiettivi posti a inizio anno (contrario il gruppo Ora e astenuti Dinamica e Insieme verso il futuro), mentre l'accordo di programma in tema di Fondo strategico territoriale per la val di Non è stato approvato con l'astensione dei gruppi di opposizione. Ok anche alla revisione straordinaria delle società partecipate, con l'alienazione della quota della Cassa rurale di Tuenno (valore 2,58 euro) che l'ex Comune deteneva fin dal 1909. Infine, è stata data risposta all'interrogazione delle minoranze su presunti “gravi comportamenti attuati da un componente del nostro Comune” (la pubblicazione dei documenti sul sito avverrà non appena la risposta sarà protocollata in municipio).

Sabato, 30 Settembre 2017

Questionario di gradimento

© 2017 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl