Un consiglio comunale per la Pace

Convocato dal presidente Mendini giovedì alle 13.30. Domenica verranno fatte suonare le sirene

Ville d'Anaunia, 5 novembre 2018 – Il consiglio comunale di Ville d'Anaunia celebrerà in modo solenne la ricorrenza dei 100 anni dalla firma dell’Armistizio di pace che poneva fine ai combattimenti della Prima Guerra Mondiale, siglato l'11 novembre 1918 alle 11 su un vagone ferroviario nei boschi vicino a Compiègne, in Francia. Il presidente Giuseppe Mendini ha infatti convocato un “Consiglio Comunale per la Pace”, aderendo alla proposta del Coordinamento dei presidenti dei consigli comunali della Provincia autonoma di Trento. 

La Conferenza dei capigruppo del Comune di Ville d’Anaunia ha deciso di aderire a questa iniziativa, coinvolgendo anche le scuole primarie. Mendini ha dunque inserito in calendario il “Consiglio Comunale per la Pace” giovedì 8 novembre alle 13.30 - in orario scolastico - presso la sala consiliare di Palazzo Pilati a Tassullo. La cerimonia proseguirà alle 14.30 nell’aula magna delle scuole a Tuenno, in collaborazione con l'assessorato alla cultura.

Infine, domenica 11 alle 11 (ora in cui venne posta la firma dell'Armistizio) saranno fatte suonare le sirene delle caserme dei vigili del fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno.

Nel corso della seduta di giovedì sarà proposta e messa in votazione una mozione a sostegno della pace: in aula saranno presenti anche alcune classi della scuola primaria di Tassullo e di Tuenno che, nel loro programma scolastico, stanno trattando l’argomento della Prima Guerra Mondiale e della pace. Il consiglio sarà chiamato ad approvare una mozione che nelle premesse evidenzia come sia “nelle piene competenze dei Comuni sviluppare sensibilità ai temi della pace” e ricorda che le municipalità (assieme a Province e Regioni) hanno “responsabilità di dare voce alla domanda di pace e di giustizia dei propri cittadini e di agire coerentemente promuovendo il rispetto dei diritti umani e proteggendo le persone più vulnerabili”. La mozione punta dunque a “promuovere l’impegno degli enti locali, della Provincia e della Regione per l’attuazione dell’agenda politica locale dei diritti umani, favorendo il coinvolgimento dei cittadini in modo che nessuno possa dire “ma io non c’entro””.

Lunedì, 05 Novembre 2018

Questionario di gradimento

© 2018 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl