Mozione per la pace, l'applauso dei bambini

Il consiglio comunale ha approvato il documento proposto dal presidente Mendini

Ville d’Anaunia, 9 novembre 2018 - Hanno accolto con un applauso l'approvazione della mozione per la pace da parte del consiglio comunale di Ville d'Anaunia. Una reazione istintiva, quella dei bambini di quarta e quinta elementare che hanno seguito dal vivo la seduta convocata dal presidente Giuseppe Mendini, in occasione dei 100 anni dalla firma dell'Armistizio che sanciva la fine dei combattimenti della Prima Guerra Mondiale.

Un'iniziativa straordinaria (realizzata coinvolgendo i capigruppo e l'assessora alla cultura Maria Teresa Giuriato), molto apprezzata dagli alunni della scuola di Tassullo, accompagnati nell'aula di Palazzo Pilati dalle loro maestre. Per l'occasione, la seduta si è trasformata in una lezione di educazione civica, dove dopo l'apertura dei lavori i consiglieri comunali e gli assessori si sono presentati uno alla volta, spiegando di cosa si occupano ed evidenziando le funzioni - entrambe fondamentali - degli esponenti di maggioranza e opposizione. Particolarmente interessante per i ragazzi è stato l'intervento del segretario generale Anna Maria Iob, che ha parlato dell'impegno portato avanti dalla macchina amministrativa: “Il Comune conta circa 40 dipendenti con compiti diversi: ogni persona lavora per realizzare ciò che viene deciso dal consiglio comunale e dalla giunta”. L’invito rivolto da più parti ai ragazzi è stato quello di informarsi e di essere curiosi rispetto a ciò che avviene in Comune: “Un giorno toccherà a voi occuparvi dei vostri paesi per il bene di tutti”.

All'appuntamento hanno preso parte anche una rappresentanza degli alpini di Ville d'Anaunia con il capogruppo Luigi Dallavalle, e dei vigili del fuoco volontari con il comandante di Nanno Silvano Stringari. Proprio i pompieri di Nanno, Tassullo e Tuenno, domenica mattina alle 11 – ora in cui un secolo fa venne posta la firma dell'Armistizio – suoneranno le sirene delle loro caserme. “Voi non avete vissuto situazioni di guerra, ma anche in questo momento in altri Paesi ci sono dei conflitti in atto. La pace non è affatto qualcosa di scontato e noi tutti dobbiamo lavorare per mantenerla” sono state le parole del sindaco Francesco Facinelli, rivolgendosi direttamente ai bambini.

Le insegnanti hanno dunque illustrato l’attività didattica svolta dalle classi quarta e quinta di Tassullo per celebrare il centenario della conclusione della Grande Guerra: “Gli alunni più grandi hanno approfondito le cause del conflitto e le ripercussioni che ha avuto sul nostro territorio. Un percorso che proseguirà fino a gennaio per evidenziare l’importanza della pace”. Al cimitero di Rallo gli alunni si sono soffermati sull’età giovanissima dei caduti, i cui nomi sono riportati sul monumento: “Ma appartenendo all’esercito nemico. l’Italia non aveva concesso di realizzare il monumento nella pubblica piazza” ha spiegato uno dei ragazzini. La classe quarta ha invece affrontato la tematica da un punto di vista più umano e i ragazzi hanno portato da casa alcuni reperti, come cartoline e proiettili. “Mentre i militari erano al fronte, ad occuparsi delle comunità locali erano le donne” ha ricordato il presidente Mendini, che ha ringraziato le insegnanti per il lavoro svolto.

Venerdì, 09 Novembre 2018 - Ultima modifica: Lunedì, 12 Novembre 2018

Questionario di gradimento

© 2018 Comune di Ville d'Anaunia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl